Zibello

Culatello: il Re dei Salumi

27Ott

Culatello_di_Zibello_(DOP)Culatello di Zibello – A soli 20 minuti dalla zona di produzione, Il Colle del Falco è un’ottima base di partenza per apprezzare, assieme ad altri rinomati salumi, il loro Re incontrastato .

[dropcap]L[/dropcap]’omonimo Consorzio del Culatello di Zibello ha stabilito che la lavorazione può avvenire solo in una determinata e circoscritta zona (Zibello, per l’appunto) ed esclusivamente nel periodo tra ottobre e febbraio, quando la Bassa è avvolta dalla nebbia e dal freddo. È in quel periodo che la parte di carne ricavata dalla coscia dei suini adulti, allevati secondo metodi tradizionali, viene decotennata, sgrassata, disossata, separata dal fiocchetto e rifilata a mano, così da conferirle la caratteristica forma “a pera”.

A queste operazioni seguiranno poi, dopo circa una decina di giorni, la salatura e la cosiddetta investitura, cioè l’insaccamento del salume nella vescica del suino e la legatura con lo spago che, dopo la stagionatura, dovrà risultare a maglie larghe e irregolari. La stagionatura in cantina accompagna il Culatello dalle nebbie invernali all’afa estiva, per arrivare sulle nostre tavole l’inverno successivo nel pieno delle sue più originali qualità di sapore.

Il periodo di stagionatura è da un minimo di 10 mesi per le pezzature inferiori (almeno 3 kg) fino ad una media di 14 mesi per tutti i pezzi.

(fonte wikipedia)

Giuseppe Verdi e le Terre Verdiane

10Ott

Sotto il segno di Giuseppe Verdi – Il Colle del Falco nel comprensorio delle Terre Verdiane.

[dropcap]F[/dropcap]idenza, è fra i Comuni che compongono l’Unione Terre Verdiane. Nel raggio di pochi chilometri, potrete visitare Fontanellato, Busseto, Roccabianca, Soragna e San Secondo che sono la sede di altrettante rocche medievali in ottimo stato di conservazione, aperte al pubblico e parte dell’Associazione dei Castelli del Ducato di Parma e Piacenza.

Busseto, oltre alla casa natale di Giuseppe Verdi, ospita il prestigioso Teatro e il Museo a lui dedicati e nei dintorni, a Sant’Agata, è possibile visitare la Villa dove visse e scrisse alcune Opere quali, ad esempio: “Simon Bocca Negra”, i “Vespri Siciliani” e “Un Ballo in Maschera”…

Le opere di Verdi sono spesso messo in scena in tutto il mondo, ma nel periodo di ottobre (mese della nascita di Verdi) è possibile approfittare dell’omonimo Festival.

Teatro RegioIl Festival Verdi un è importante festival musicale italiano di opera lirica, fondato a metà degli anni ottanta ha avuto luogo fino al 1993 per poi riprendere la propria attività nel 2007.  Il Festival non consta solo di opere liriche ma anche di concerti, recital e altri generi di spettacolo che hanno luogo a Parma e Busseto, Reggio Emilia, Fidenza, Fontanellato, Fontevivo, Torrechiara (Terre Matildiche).

Se sarete nostri ospiti in ottobre, non perdete l’occasione di vivere l’esperienza dell’Opera verdiana nel Teatro Regio di Parma e la sua splendida cornice che ne fanno palcoscenico della lirica, rinomato in italia e nel mondo.

Nei dintorni, abbiamo poi Fontevivo che si sviluppa intorno ad un’abbazia cistercense fondata nel 1142. Salsomaggiore è rinomata per le sue acque, per le strutture termali e per gli edifici in stile Liberty. Fidenza è una tappa importante sulla Via Francigena, meta di passaggio dei pellegrini sulla strada verso Roma.

Il territorio dell’Unione è anche il luogo di origine prodotti enogastronomici apprezzati e diffusi in tutto il mondo come il Parmigiano Reggiano e pregiati salumi quali, ad esempio, il Culatello e il Prosciutto di Parma.

(fonte wikipedia)