Parma

In carrozza ammirando scorci e panorami…

02Nov

prince1_bCarrozza – Più propriamente definita attacco, Il Colle del Falco vi offre la possibilità di questa esperienza lungo percorsi panoramici.

[dropcap]G[/dropcap]razie a Vulcan, il nostro amato cavallo Norico che con i suo oltre 900Kg di forza e tenacia è in grado di portare senza sforzo la nostra carrozza, Il Colle del Falco vi accompagnerà lungo sentieri immersi nel bosco, aperti da scorci panoramici sulla vallata del Torrente Parola dove sorge l’antica Pieve di Cusignano.

Andrea, guidatore esperto, sarà la vostra guida lungo il percorso, conducendovi in sicurezza attraverso un itinerario ricco di suggestioni. Un’esperienza emozionante e carica dei profumi romantici dei tempi che furono.

Il Colle del Falco offre la possibilità d’uso della carrozza anche in occasione di occasioni speciali come matrimoni ed eventi mondani.

 

 

Fiere di Parma

29Ott

SDSCI4837Fiere di Parma e il loro calendario – Appuntamenti di rilievo nazionale ed internazionale a soli 30 minuti dall’Agriturismo il Colle del Falco.

Un quartiere fieristico di trecentomila metri quadrati al centro dei poli della grande attività  produttiva del Nord e del Centro Italia che ospita ogni anno appuntamenti prestigiosi come, per citarne alcuni: Cibus, che negli anni ha sostenuto e valorizzato l’industria alimentare italiana nel mondo; Cibus Tec, vetrina privilegiata della meccanica e dell’impiantistica alimentare; Mercanteinfiera , Gotha, Emporium e Bagarre, geniali intuizioni, che negli anni hanno saputo dare dignità e dimensione professionale al comparto dell’antiquariato inaugurando mode e varando stili di vita, oltre che inventare modernariato e vintage. Oltre a questi grandi appuntamenti annuali, numerosissime e varie sono le offerte che si alternano durante l’intero anno, dal Salone del Camper al campionato mondiale della Pizza.

Il Colle  del Falco è lieto di potervi ospitare fornendovi una comoda base di partenza per queste e mille altre esperienze, per questo, nella sezione eventi del nostro sito potrete trovare indicazioni aggiornate sulle nostre eventuali offerte ad hoc!

(fonte Fiere di Parma)

Prosciutto di Parma

27Ott

Prosciutto_di_Parma_-_affettatoProsciutto di Parma, il prodotto tipico delle Terre matildiche, tra la via Emilia e il letto del fiume Enza – Il Colle del Falco vi offre l’opportunità di scoprirlo nel suo luogo di origine.

[dropcap]C[/dropcap]elebre in tutto il mondo e si contraddistingue oltre per le peculiarità nutrizionali anche per la “corona”, il marchio che viene impresso a fuoco solo sull’originale.
La tradizione plurisecolare degli insaccati risulta ordinata, come attività a sé stante, solo alla fine del Medioevo, dall’Arte dei Lardaroli, originatasi per specializzazione dalla più forte Arte dei Beccai.

Ma la fama del Prosciutto di Parma, esclusiva specialità dei lardaroli Parmensi, affonda le sue radici in tempi ancor più lontani, all’epoca romana. Parma, allora situata nel cuore di quella che era la Gallia Cisalpina, era rinomata, come ricorda Varrone nel De Re Rustica, per l’attività dei suoi abitanti che allevavano grandi mandrie di porci ed erano particolarmente abili nel produrre prosciutti salati. Lo stesso Catone delinea già nel II secolo a.C., nel suo De Agricoltura la tecnologia di produzione, sostanzialmente identica all’attuale. Risalendo il corso dei secoli, del prosciutto e della tecnica di preparazione parlarono Polibio, Strabone, Orazio, Plauto e Giovenale. John B. Dancer scrive che quando Annibale nel 217 a.C. entrò in Parma e fu accolto come liberatore, gli abitanti per festeggiare gli offrirono delle cosce di maiale conservate sotto sale dentro dei barili di legno che lui apprezzò moltissimo[2]. Riferimenti gastronomici al Prosciutto di Parma si trovano nel Libro de Cocina della seconda metà del Trecento, nel menu delle nozze Colonna del 1589, nel prezioso testo del Nascia, cuoco di Ranuccio Farnese nella seconda metà del XVII secolo. Il Prosciutto fa capolino tra le rime del Tassoni e nei consigli dietetici del medico bolognese Pisanelli. Il Primo Ministro di don Filippo di Borbone, Guglielmo Du Tillot, aveva studiato un piano per la realizzazione, a Parma, di due macelli per suini, per valorizzare ed incrementare la locale industria dei salumi. Lo sviluppo di questa tradizione fu senz’altro influenzato dalla presenza nella zona di Parma di sorgenti saline come ad esempio quelle di Salsomaggiore La primitiva fase, interamente artigianale, si è progressivamente sviluppata fino ai nostri giorni verso un processo di industrializzazione che, migliorando sensibilmente le condizioni igieniche, ha saputo mantenere intatte le caratteristiche tradizionali del prodotto.

Per proteggere la qualità di questo crudo, gli stessi produttori nel 1963 hanno costituito il Consorzio del prosciutto di Parma, che, d’allora, vigila sulla lavorazione e sulla scelta della materia prima. Inoltre, la Comunità Europea ha conferito nel 1996 al prosciutto italiano più famoso il riconoscimento Denominazione di origine protetta (DOP). Il marchio necessita la registrazione di disciplinari di produzione e il rispetto degli stessi da parte di chiunque intenda avvalersene.

(fonte wikipedia)

Giuseppe Verdi e le Terre Verdiane

10Ott

Sotto il segno di Giuseppe Verdi – Il Colle del Falco nel comprensorio delle Terre Verdiane.

[dropcap]F[/dropcap]idenza, è fra i Comuni che compongono l’Unione Terre Verdiane. Nel raggio di pochi chilometri, potrete visitare Fontanellato, Busseto, Roccabianca, Soragna e San Secondo che sono la sede di altrettante rocche medievali in ottimo stato di conservazione, aperte al pubblico e parte dell’Associazione dei Castelli del Ducato di Parma e Piacenza.

Busseto, oltre alla casa natale di Giuseppe Verdi, ospita il prestigioso Teatro e il Museo a lui dedicati e nei dintorni, a Sant’Agata, è possibile visitare la Villa dove visse e scrisse alcune Opere quali, ad esempio: “Simon Bocca Negra”, i “Vespri Siciliani” e “Un Ballo in Maschera”…

Le opere di Verdi sono spesso messo in scena in tutto il mondo, ma nel periodo di ottobre (mese della nascita di Verdi) è possibile approfittare dell’omonimo Festival.

Teatro RegioIl Festival Verdi un è importante festival musicale italiano di opera lirica, fondato a metà degli anni ottanta ha avuto luogo fino al 1993 per poi riprendere la propria attività nel 2007.  Il Festival non consta solo di opere liriche ma anche di concerti, recital e altri generi di spettacolo che hanno luogo a Parma e Busseto, Reggio Emilia, Fidenza, Fontanellato, Fontevivo, Torrechiara (Terre Matildiche).

Se sarete nostri ospiti in ottobre, non perdete l’occasione di vivere l’esperienza dell’Opera verdiana nel Teatro Regio di Parma e la sua splendida cornice che ne fanno palcoscenico della lirica, rinomato in italia e nel mondo.

Nei dintorni, abbiamo poi Fontevivo che si sviluppa intorno ad un’abbazia cistercense fondata nel 1142. Salsomaggiore è rinomata per le sue acque, per le strutture termali e per gli edifici in stile Liberty. Fidenza è una tappa importante sulla Via Francigena, meta di passaggio dei pellegrini sulla strada verso Roma.

Il territorio dell’Unione è anche il luogo di origine prodotti enogastronomici apprezzati e diffusi in tutto il mondo come il Parmigiano Reggiano e pregiati salumi quali, ad esempio, il Culatello e il Prosciutto di Parma.

(fonte wikipedia)